Hoverboard: l’ecosostenibilità mobile alla portata di tutti

Gennaio 12, 2022 by Nessun commento

Negli ultimi anni, in particolare dopo la crisi legata al Coronavirus, il mondo della mobilità elettrica ha riscontrato una crescita esponenziale della domanda legata ai prodotti offerti da questo mercato innovativo. Ciò ha fatto si che nascessero modelli di tecnologia avanzatissima come gli Hoverboard, che hanno letteralmente spopolato a livello mondiale dal 2015 in poi sia tra i ragazzi che tra gli adulti.

Detto anche scooter autobilanciato, l’hoverboard è un vero e proprio skateboard elettrico intelligente, adibito al trasporto personale. Questi dispositivi rappresentano una svolta nella mobilità a emissioni zero del trasporto in generale, in quanto ecologicamente più puliti, poichè funzionano tramite l’utilizzo della corrente elettrica e, dal punto di vista salutare, giocano un ruolo importante perchè incentivano alla pratica della vita all’aria aperta, utile per combattere la sedentarietà che affligge sempre di più la nostra vita quotidiana. Ma adesso vediamo in dettaglio com’è fatto un hoverboard, quali sono in particolare le sue funzioni e quali quelli più adatti alle esigenze di tutti.

COM’È FATTO UN HOVERBOARD

Il design di questo velocipide è davvero molto semplice. È composto da una pedana dotata da un rivestimento antiscivolo e da sensori, alle cui estremità sono agganciate due ruote robuste, nelle quali sono inseriti i motori elettrici che permettono al dispositivo di potersi muovere. La batteria, al litio, è ricaricabile e garantisce una buona autonomia.

COME FUNZIONA

L’hoverboard è stato progettato per avere un utilizzo, da parte dei conducenti, facile e intuitivo;come accennato nel paragrafo precedente, la pedana presenta dei sensori che traducono le nostre azioni in movimenti. Infatti, dobbiamo tenere a mente l’importanza che l’equilibrio ha su questo dispositivo. L’hoverboard funziona cosí: il conducente, inclinando il suo corpo in avanti, darà il comando al dispositivo a muoversi in qualsiasi direzione si voglia e, nel caso si volesse frenare, basta spostare il corpo all’indietro. Per svoltare a destra o a sinistra, basterà premere con il piede sulla pedana nella direzione cui svoltare.

Usare un hoverboard sembra un’operazione complicata ma basta fare un po’ di pratica nei movimenti affinchè i sensori mandino il segnale giusto ai due motori.

COME SCEGLIERE UN HOVERBOARD ADATTO ALLE NOSTRE ESIGENZE

Scegliere un Hoverboard che faccia al caso nostro è importante sia in termini ergonomici che, anche, economici. Dobbiamo tenere conto di alcuni parametri che stabiliscono la qualità del prodotto come:

-durata della batteria: la batteria, come abbiamo detto in precedenza é al litio e ha un’autonomia massima di 4 h. Ovviamente la sua durata dipende molto da come e quanto viene usato l’hoverboard, dalla velocità con la quale viene guidato, dalla pendenza di una strada sulla quale viene utilizzato

-dimensione delle ruote: più sono robuste, ovviamente maggiore sarà la capacità di tenuta e resistenza su qualsiasi superficie su cui verrà utilizzato

-velocitá: questi dispositivi possono raggiungere i 20 km/h ed è determinata da diversi fattori come dimensione delle ruote, la potenza dei motori elettrici, ecc.

-peso: il limite massimo stabilito per ora è di 180 kg. Ma non per questo, il superamento del limite, renderà lo scooter autobilanciato inutilizzabile. Solo vedremo le sue capacità performanti ridotte e il conducente farà più fatica a guidarlo.
Ovviamente, più accessori ha, più il prezzo del velocipide tende ad aumentare.

In commercio ne esistono di tutte le tipologie; sia per ragazzi che per adulti e, su questo sito possiamo trovarne una quantità quasi illimitata adatta ad ogni esigenza.
Possiamo trovarne con design accattivante per gli amanti dell’estetica e per bambini e ragazzi, o altri con integrati bluethoot e altoparlanti per consentire ai conducenti di ascoltare la propria musica preferita collegando l’hoverboard al proprio smartphone, quindi senza l’utilizzo di fili.

Cosa non meno importante, per una maggiore sicurezza di guida, i dispositivi sono stati dotati anche di indicatori LED utili a segnalare la posizione dei conducenti e, in Italia infatti, non possono superare i 6 km/h su strada trafficata. Non sono inoltre indicati ai bambini minori di 12 anni in quanto un ottimo equilibrio è un prerequisito indispensabile per poterlo guidare.

Nel settore della micromobilità, la diffusione degli hoverboard ha avuto quindi un impatto senza precedenti perchè ha consentito il miglioramento dell’inquinamento atmosferico proprio perchè ha permesso i movimenti in città senza utilizzare macchine o trasporti pubblici che hanno invece un effetto negativo sull’ambiente e, essendo un dispositivo assolutamente silenzioso, anche l’inquinamento acustico è stato ridotto notevolmente.