Perché usare una livellatrice laser per l’agricoltura

Febbraio 8, 2021 by Nessun commento

Le livellatrici laser, utilizzate in molti settori, da quello edile a quello stradale, hanno un ampio utilizzo anche nel settore dell’agricoltura.

In agricoltura è risaputo che per ottenere un buon raccolto, qualsiasi sia il tipo di coltivazione, è importantissimo avere una buona qualità del terreno.

Oltre alla composizione del terreno stesso, possono influire elementi altrettanto importanti, come per esempio la pendenza.

Se un terreno non è pianeggiante o al suo interno sono presenti avvallamenti e buche, possono generarsi situazioni che impattano negativamente sulla coltivazione. Di conseguenza, per garantire una buona coltivazione è opportuno rendere il proprio terreno il più pianeggiante possibile.

Come rendere un terreno agricolo pianeggiante

Fino ad alcuni anni fa, non c’era altra possibilità per rendere pianeggiante il proprio terreno agricolo se non utilizzando animali che trainavano aratri e altri mezzi meccanici.

Col tempo e con l’avvento di macchinari più sofisticati si è giunti a svolgere queste attività in modo più rapido e preciso. Tuttavia, sono sufficienti pochi centimetri di dislivello perché l’acqua non scorra nel modo corretto o perché si formino ristagni e depositi di acqua nel punto meno adatto.

Per evitare questi problemi, gli unici macchinari adatti sono le livellatrici laser in quanto, grazie alla tecnologia laser e alla contemporanea funzione GPS, sono in grado di eliminare del tutto qualsiasi avvallamento, rendendo il proprio campo perfettamente pianeggiante.

Che cos’è una livellatrice laser

Una livellatrice laser è un macchinario di notevole dimensione, dedicata alla movimentazione della terra. Sono dotate di lame di dimensioni molto importanti, in grado di spostare masse di terra particolarmente consistenti. Inoltre, si possono spostare in diverse direzioni, togliendo il terreno in eccesso e andando a posizionarlo nel punto in cui vi sono dei vuoti da colmare.

Grazie alla presenza del GPS, che trasmette via radio il segnale, e alla tecnologia laser che individua esattamente il punto in cui deve avvenire il taglio e la compensazione della terra, si ottengono dei risultati estremamente precisi, che riducono sensibilmente il rischio di problemi di irrigazione.

I vantaggi delle livellatrici laser nell’uso agricolo

I vantaggi dell’uso delle livellatrici laser in ambito agricolo sono sostanzialmente tre:

  • Migliore irrigazione: l’apporto corretto dell’acqua è fondamentale in qualsiasi tipo di coltivazione. Se vi sono zone in cui si formano ristagni d’acqua possono esserci conseguenze negative sul prodotto coltivato. Allo stesso modo, se la pendenza porta l’acqua verso una direzione, altre parti del campo potrebbero rimanere troppo asciutte. Non solo ciò influirebbe negativamente sul raccolto, ma molto probabilmente porterebbe a un maggior spreco d’acqua.
  • Risparmio energetico: quando il terreno da coltivare non è in piano, si è costretti a provare a sistemarlo con i mezzi che si hanno a disposizione. Ciò implica un grosso impegno di tempo e, tanto più, un notevole costo in termini di energia. Al contrario, sistemare il proprio campo una volta per tutte con il macchinario adatto rappresenta un vero e proprio investimento per il futuro. Di cui anche la salvaguardia dell’ambiente non può che trarne benefici.
  • Possibilità di essere noleggiate: non è detto che le livellatrici laser possano essere utilizzate solo da grandi aziende che hanno a propria disposizione terreni molto grandi. Ovviamente chi ha terreni più piccoli potrebbe non trovare conveniente acquistare mezzi di questo genere che, per la loro dimensione, richiedono uno spazio importante dove essere parcheggiate. Tuttavia, le macchine laser possono anche essere noleggiate, in modo da ridurre i costi e da non occupare spazi già ridotti.