Abbigliamento all’ingrosso: online è sempre più facile e sicuro

Giugno 23, 2022 by Nessun commento

Ci sono persone che hanno un sogno nel cassetto: mettersi in proprio, smettere di lavorare come dipendenti ed iniziare una propria attività. Molti di questi, decidono di buttarsi nel commercio e più precisamente nel mondo della moda. Aprire un negozio di abbigliamento è sicuramente un’ottima idea ma prima di avventurarsi è importante avere le idee chiare per potersi muovere nel modo giusto; ad esempio, sai già come fare a trovare un fornitore? E perché dovresti scegliere proprio chi si occupa di abbigliamento all’ingrosso? Sai se ci sono agevolazioni? E se volessi vendere anche online? Ti sveliamo tutto in questo articolo.

Come aprire un negozio di abbigliamento: cosa devi sapere

Iniziamo a dire che aprire un negozio nel 2022 non è certo una scelta semplice; devi trovare la location, capire quante spese hai di affitto e poi farti riconoscere tra tantissime catene low cost. Per riuscire ad emergere devi offrire servizi aggiuntivi: per esempio, dare la possibilità di accorciare o stringere i capi acquistati con una sarta che si appoggia al negozio è un’idea vincente!

Per aprire negozi di piccola dimensione, grazie ad una legge recente, non è necessaria la licenza ma può bastare informarsi invece con un commercialista per capire quali siano i giusti passi da fare.

Quanto costa aprire un negozio di vestiti? Ad essere ottimisti, puoi valutare tra i 500 e i 1000 euro di affitto, circa 5000 euro di merce da iniziare a vendere, almeno 3000 euro di attrezzature per l’arredamento e ovviamente 1000 euro per iniziare con il commercialista. Tieni in considerazione poi tasse, INPS e altre spese. Solo per iniziare devi valutare un budget tra i 10 e i 15 mila euro.

Le spese aumentano (ma anche i guadagni!) se decidi di avviare uno shop online. Per prima cosa devi creare un sito web con funzionalità di e-commerce affidandoti ad un professionista, poi devi occuparti di GDPR e di altri dettagli. Assolutamente fondamentale è avere la partita iva. Eventualmente puoi anche appoggiarti a siti web come Amazon, Instagram o eBay ma anche in questi casi ascolta il tuo commercialista per capire come muoverti nel modo più idoneo.

Abbigliamento all’ingrosso: la soluzione vantaggiosa per rifornirsi

Se stai pensando di aprire un negozio di abbigliamento, la prima cosa da fare è certamente trovare un fornitore di fiducia. Tra i punti vendita specializzati in ingrosso abbigliamento donna su Ghiraf puoi trovare tutto ciò di cui hai bisogno seguendo le ultime tendenze: oltre ad essere nel settore da molti anni, offrono la possibilità di acquistare online. Sembra poco ma può fare la differenza. Non dovrai attendere un rappresentante che si rechi nel tuo negozio, potrai semplicemente sfogliare le pagine del sito web per trovare i capi in linea con lo stile che desideri trattare e quindi ordinare solo capi adatti al tuo target.

Con prezzi estremamente competitivi e la scelta di acquistare anche poche taglie per pezzo, ti aiuta ad evitare invenduti.

Perché dovresti rivolgerti ad uno store di abbigliamento all’ingrosso? Per prima cosa hanno accesso privilegiato ad alcune collezioni e questo ti da modo di acquisire capi di tendenza con la precedenza sul mercato, attirando nuovi clienti. Possono aiutarti ad acquistare a prezzi davvero agevolati, avendo quindi un maggiore margine di guadagno, oppure proponendo prezzi più competitivi sul mercato.

Allo stesso tempo puoi permetterti di avere spedizioni repentine; la loro forza è anche la velocità con cui riescono a consegnare la merce che ti arriverà direttamente in negozio. Come fare per ordinare? Vai sul sito di Ghiraf, crea l’account seguendo la procedura guidata e inserisci nel carrello gli articoli che ti interessano (proprio come quando fai shopping online per te!), a questo punto non ti resta che pagare e attendere la consegna presso il tuo store.